RIAD 2030

0
170
Riad 2030: la capitale saudita ospiterà l'esposizione universale del 2030. E noi vi racconteremo tutto!
Riad

Riad. La capitale saudita ha letteralmente stracciato Corea ed Italia ed ospiterà l’Expo 2030. Tralasciando gli aspetti geopolitici e giuridici sui quali molto ci sarebbe da dire, come si confà ad un tour operator culturale, accenneremo soltanto alle questioni culturali e turistiche che contraddistinguono l’Arabia Saudita, la sua capitale e l’Esposizione universale che verrà.

Cominciamo dal Paese. Una Monarchia consolidata, che governa saldamente una nazione sunnita, culla dell’Islam. Una penisola quasi interamente desertica, un ambiente tra i più inospitali del mondo con un clima impossibile. Assenza totale di piogge per anni interi e temperature massime che nel semestre estivo sono costantemente sopra i 40 gradi. Questo è l'”inferno” saudita. Che però, a causa delle enormi disponibilità di greggio valorizzato ormai da anni, è diventato uno dei paesi pià ricchi del mondo. Dove l’uomo, senza andare troppo per il sottile, ha edificato città e grattacieli nel nulla ed ha fatto fiorire il deserto.

Ma anche una terra di grandissime tradizioni, con una storia millenaria ed un ambiente aspro, incontaminato e suggestivo. Attraversato per secoli da carovane che collegavano l’est e l’ovest del mondo, abitato da antiche popolazioni stanziate nelle rarissime e sorpendenti oasi che compongono il mosaico saudita.

Un paese tradizionalmente schivo, ancorato alle tradizioni, piuttosto refrattario alle novità ed al mondo esterno, specie se non musulmano. Ma che negli ultimi anni, lo abbiamo notato tutti proprio all’Expo di Dubai, ha una voglia incontenibile di aprirsi al mondo ed al turismo proveniente dall’estero. Certo, sempre nel rispetto dell’ortodossia sunnita. Ma comunque con una maggiore predisposizione verso l’esterno. Del resto il surriscaldamento globale non fa presagire un futuro lunghissimo al petrolio. Sono dunque questi gli anni in cui occorre diversificare l’economia per prepararsi agli anni in cui l’oro nero inesorabilmente perderà di importanza.

Questo in breve il contesto nel quale, nel 2023, si apre il lungo settennato che vedrà sorgere Expo Riad 2030. 7 anni in cui il mondo cambierà tantissimo. In cui auspichiamo ci siano meno conflitti e ci si concentri invece proprio sulle tematiche ambientali. Dove Riad, città già modernissima sorta in piendo deserto cambierà ulteriormente volto. In cui saranno realizzati progetti faraonici e sorprendenti, che dovranno proiettare nel mondo la monarchia ed il popolo saudita. Tutto questo lo vivremo e lo racconteremo. Ma prima di Riad siete ancora una volta tutti invitati ad Expo Osaka 2025. E’ il Giappone infatti la prossima sede dell’esposizione universale. E noi ci saremo!

FORSE POTREBBE INTERESSARTI:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.