FUORISALONE 2024 ANTICIPAZIONI

0
122
Fuorisalone 2024 anticipazioni. una piccola guida utile per orientarsi tra le numerosissime proposte e innovativi concept allestiti in occasione del Fuorisalone 2024
Fuorisalone 2024 anticipazioni

Fuorisalone 2024 anticipazioni. Prosegue l’avvicinamento al debutto del Fuorisalone 2024. E di giorno in giorno sono sempre maggiori le anticipazioni che riguardano l’evento.

L’edizione 2024 di Fuorisalone invita ad un’esplorazione profonda della connessione tra queste due parole, “Materia” e “Natura”, promossa attraverso una campagna visiva, dal nome POV.

POV è un’opera fotografica e audiovisiva composta da cinque diversi scenari che indagano il fragile rapporto tra uomo e ambiente ritraendo: un ceppo di legno colto in Val Susa, un blocco di ghiaccio, un blocco di pietra lavica, un blocco di marmo e una lastra di ardesia.

Le riflessioni sulla materia e i tentativi di trasformarla sono da sempre al centro della cultura umana, che la studia, sperimenta e manipola per poter interpretare la relazione con il mondo naturale. È, però, sul piano del rapporto con l’uomo, che questi due concetti si incontrano e sovrappongono, manifestandosi in armonia l’uno con l’altro.

“Materia Natura” rappresenta il punto focale per comprendere e analizzare le iniziative che prenderanno forma durante la Design Week 2024. Queste iniziative daranno vita a nuovi linguaggi e prospettive, offrendo una visione diversa sulle possibilità che il design può attivare in un contesto di riconsiderazione profonda del rapporto tra l’essere umano e l’ambiente circostante. Il tema “Materia Natura” mettendo in risalto la sostenibilità come principio guida e virtù fondamentale nel processo creativo e progettuale.

Cosa vedere e come orientarsi fra tutti gli eventi, le mostre e le installazioni dissemitati nei vari distretti del design?

Fuorisalone 2024 – Le anteprime dei distretti

Brera Design District
Brera Design District è protagonista con la 15a edizione della Brera Design Week che propone un fitto calendario con oltre 260 eventi. Oltre ai 196 showroom permanenti, sempre di più le realtà internazionali che hanno scelto il distretto come palcoscenico, affiancando ai più rinomati brand di arredo realtà importanti nell’ambito dell’automotive, tecnologia e moda.
L’immagine coordinata 2024 è stata affidata a Studio Ianus, realtà che nasce dall’incontro di due visioni, l’illustrazione e l’animazione.

Zona Tortona
La Zona di Tortona torna con una veste inedita e una proposta di comunicazione mirata a riunire e raccontare le diverse realtà che lo animano: Tortona RocksTortona Design WeekSuperstudio e BASE.

5 VIE
5 VIE con la nuova edizione “Unlimited Design Orchestra” ripropone e amplifica il tema della scorsa edizione, ovvero quello del design inteso come strumento per creare e coltivare profonde vibrazioni umane, nell’ottica di una sostenibilità radicata nella collaborazione e nella condivisione come accade per gli elementi di un’orchestra. L’Orchestra riassume il concetto di benessere armonico, consonanza di visioni, luoghi ed oggetti graditi agli occhi ed al cuore, che travalica le differenze e le distanze tra gli esseri umani ritornando a porre al centro della questione il rispetto e l’amore reciproco, portando designer provenienti da ogni angolo del mondo.

Milano Durini Design presenta un tema legato alla parola COLORE. Il colore sarà il tema unificatore del distretto e si declinerà attraverso un percorso di urbanistica tattica e di elementi diffusi e colorati così da creare un fil rouge visivo che porti valore ed identità all’interno del distretto MDD.

Isola Design District
Isola Design District presenta un viaggio attraverso la sostenibilità e la funzionalità del design, mostrando il suo potenziale nell’affrontare questioni reali anticipando il futuro del settore. Isola Design Festival 2024 si espande in nuove aree: Lampo Milano, WAO PL7 e Galleria Bonelli. Cinque mostre collettive e numerose installazioni ospiti metteranno in evidenza il design circolare, i nuovi materiali e l’artigianato.

Design Week 2024 – Eventi e installazioni

Porsche presenta “The Pattern of Dreams”
“The Pattern of Dreams” è la 5a edizione della serie itinerante di arte e design “The Art of Dreams” di Porsche – un’iniziativa globale capace di collegare il pubblico con comunità creative, attraverso la commissione di opere d’arte ispirate al tema dei sogni. Per la Milano Design Week 2024, “The Art of Dreams” celebrerà il motivo, il ritmo, la simmetria e la ripetizione, presentando in anteprima “Lines of Flight“, del collettivo di design Numen/For Use – una monumentale opera d’arte interattiva ispirata all’iconico motivo pepita proposto per la prima volta nella 356C, 911 Porsche.

“Lines of Flight” rimanda all’atto di fuggire, fluire, partire e dissolversi in lontananza. La struttura dell’opera d’arte è un sistema di leggere cellule di metallo su cui è tesa o dispiegata fluidamente una sorta di pelle sotto forma di reticolo trasparente, che richiama una colonia di ali vibranti. La rete sospesa si sottrae a qualsiasi sistema di controllo, confinamento o cattura. Come un “paesaggio fluttuante”, l’installazione invita i visitatori a salirci e a esplorare questa scultura sociale immersiva come “un’amaca sociale” e un luogo di fuga, transizione, fantasia e libertà. Altre esplorazioni artistiche del motivo saranno presentate a “The Art of Dreams”, tra cui una serie di ipnotici spettacoli di danza che daranno vita alle opere d’arte.
 
glo for art presenta un’installazione firmata Emiliano Ponzi
Anche glo ritorna per il secondo anno nel Brera Design District con il suo progetto artistico “glo for art” attraverso un’installazione immersiva firmata da Emiliano Ponzi.
Un nuovo emozionante progetto artistico, un’opera unica e site specific, dove l’artista rappresenta la natura innovativa, inclusiva e avanguardista del brand attraverso un’esperienza con forte carica tecnologica e interattiva.
Lo spazio espositivo, interamente ideato e disegnato dall’artista, si trasforma in una grande installazione pronta ad inondare Milano con uno spirito di positività. Una vera e propria esplosione di colori, che fanno da contorno ad un grande portale e che circondano il visitatore, invitandolo a percorrere un tunnel vibrante di forme e cromie, al termine del quale è visibile una grande opera artistica dal forte impatto visivo.
 
Valcucine presenta “Architectural Scenarios”
Valcucine presenta “Architectural Scenarios”, che mostrerà l’interpretazione progettuale delle cucine di tre rinomati studi internazionali di architettura e design d’interni: come ARRCC, i29 e Neri&Hu.
 
Grand Seiko presenta “Materia in Movimento”
Grand Seiko presenta “Materia in Movimento” a Casa Brera, esplorando l’equilibrio tra uomo e natura. Casa Brera sarà trasformata, attraverso un percorso sensoriale e immersivo, in una foresta di betulle, invitando i visitatori a sperimentare il forest bathing e riflettere sulla connessione tra l’uomo e l’ambiente.
 
Stark  con “Transitions”
La materia è caratterizzata da reticoli e strutture in cui la presenza dell’acqua definisce le morfologie e le configurazioni attraverso vie sinuose e forme inaspettate. L’installazione che Stark presenta invita a un’esplorazione multisensoriale negli stati in cui la materia si manifesta. Per la prima volta, scendere nella Sala dei Pilastri del Castello Sforzesco, sarà come entrare all’interno di una materia in transizione, grazie ai segni che l’acqua genera con e dentro di essa.

L’acqua, emblema della vitalità della materia, è raccontata attraverso un’esperienza che lascia spazio allo stupore, dove le transizioni tra i vari stati avvengono grazie ad una luce sia materica che evanescente: a comporre il ritratto dell’acqua sono linee spezzate, flussi tortuosi ed elementi puntuali intangibili che si incontrano lungo il percorso costituendo pattern visuali, sonori e materici in trasformazione. La collaborazione di Stark con il team creativo composto da Alice Buroni, Gloria Lisi e Alex Buroni, porta a una rappresentazione sensoriale e interattiva sotto forma di un percorso percettivo, in cui un inaspettato trompe-l’oeil riflette materia e essere umano come parte della medesima natura.

Tortona Rocks presenta Prelude. Introduzione al design che verrà: un ampio spartito di contaminazioni tra arte e design, tra nuove tecnologie e responsabilità ecologica. Tra gli highlights, IKEA presenta al Padiglione Visconti, 1st, esposizione dedicata alla prima volta dei più giovani quando abitano la loro prima casa. L’azienda boema Preciosa torna con un’installazione luminosa, Crystal Beat II, mentre il mondo a colori della coreana Noroo sarà interpretato dallo street artist Okuda San Miguel con l’opera Hong Chul Wonderland. Con Corian® Design, invece, si potrà vivere un’esperienza immersiva, Nature’s Canvas.

“Aqua” è il nuovo progetto di interior design di Archiproducts Milano che sarà svelato nei giorni della Milano Design Week 2024. 
Dopo il successo di “Terra”, Archiproducts e Studiopepe fanno di nuovo squadra per ridisegnare lo spazio di Archiproducts nel cuore di via Tortona. La sfida creare un nuovo progetto immersivo ispirato dagli elementi del pianeta e della natura. Protagonista questa volta è l’acqua: simbolo di vita ed elemento centrale della nostra esistenza.

Tra colore, luce e trasparenza, “Aqua” è un regno in cui convergono tranquillità e vitalità. Come l’acqua cambia continuamente a seconda della luce e del contenitore che la contiene, la nuova esperienza di Archiproducts Milano evoca la fluidità della vita stessa, con giochi di luce e superfici riflettenti che portano la mente allo specchio calmo di un lago o di una piscina o alle vibrazioni delle onde marine. La tavolozza di colori è nel segno di traslucenza, vibrazione e riflessione, in un dialogo continuo tra fluidi e materia in cui l’effetto onda veste le tonalità ora rilassanti ora vivaci di fiumi e oceani. Un’esperienza immersiva in una miscela armoniosa di forma e funzione, dove gli arredi si integrano perfettamente con forme e materiali ispirati all’acqua.

Superstudio con il Superdesign Show guarda oltre con il suo concept “THINKING DIFFERENT – everything, everywhere, everyone”. L’evento annuale di Superstudio per la Milano Design Week apre le sue porte a chi non ha paura di osare, di pensare fuori dagli schemi. L’idea di partenza è audace: qualsiasi prodotto può essere reinventato in maniera differente. Creare nuove soluzioni in cui l’estetica e l’eleganza sposano l’originalità, integrando la tecnologia e abbracciando temi estremamente attuali come la sostenibilità e l’inclusività, qui è possibile.

Solferino 28 presenta Città Miniera: «Design, Dismantle, Disseminate»
Corriere della Sera riapre le sue porte al pubblico con una straordinaria installazione ideata dallo studio Mario Cucinella Architects. Una passeggiata all’interno dello storico cortile consentirà di scoprire una “nuova” città progettata e costruita con casse della frutta in legno che, dopo aver dato vita a uno spazio urbano inedito, saranno smontate per tornare alla loro funzione originale. In un circolo virtuoso.

memorIA
Un progetto artistico di Silvia Badalotti e Cristian Confalonieri, sviluppato da Studiolabo in collaborazione con Condiviso. Una riflessione sull’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale in ambito creativo, che unisce la tecnologia più innovativa con la tradizione del gioco analogico. memorIA è un tradizionale gioco del memory che invita i giocatori a scoprire non due immagini identiche, bensì due immagini diverse realizzate grazie all’intelligenza artificiale generativa a partire dal medesimo prompt, l’input testuale, che consente all’IA di generare un’immagine, un testo o un brano musicale, associando all’input ricevuto gli elementi del database a sua disposizione.
 
In occasione della Design Week 2024 una mostra di alcune delle immagini contenute in memorIA allestirà gli spazi di “A CASA OVUNQUE ‘24”, in via Savona 35. Nella stessa location sarà possibile provare l’esperienza ludica di memorIA che sarà anche disponibile all’acquisto in edizione limitata, edita da Demoela.
 
Alcova
Alcova sceglie Villa Borsani e Villa Bagatti Valsecchi come sedi per la settima edizione. La prima è un perfetto esempio di architettura modernista progettata da Osvaldo Borsani durante la Seconda guerra mondiale, mentre la seconda è un archetipo di villa lombarda del XVII secolo. Anche quest’anno, Alcova promuove progetti di design sperimentale, performance e conferenze, riattivando i due siti e restituendo un’istantanea del design contemporaneo.

Porta Venezia Design District presenta EverythinK is design. Il concept si ispira a Paul Rand, la cui visione inclusiva e contemporanea del design ben interpreta l’animo camaleontico, irriverente, cosmopolita del quartiere. Il distretto intende inglobare molteplici ambiti differenti tra loro all’interno del concetto di design, inteso nel senso più ampio di ideazione e progettazione, tramite la coesistenza di codici espressivi e linguaggi differenti. Forte l’attenzione alla giovane creatività che, come il distretto, volge lo sguardo a nuove sperimentazioni sempre protese al futuro.
 
Born in Oasi ZEGNA” sarà il protagonista dell’installazione ospitata presso l’HQ di ZEGNA in via Savona. I visitatori avranno l’opportunità di vivere l’esperienza immersiva di Oasi Zegna e del nuovo libro. Attraverso un percorso che intreccia arte e natura, potranno passeggiare tra la lussureggiante vegetazione della foresta e interagire con le storie e le immagini che animano le pagine del libro.
 
Veuve Clicquot presenta “Emotions of the sun”. La Maison de Champagne celebra la sua Solaire Culture con un’esclusiva mostra fotografica in partnership con Magnum Photos. La mostra, allestita in un elegante spazio progettato dalla scenografa e designer di fama internazionale Constance Guisset, mette in luce gli oltre 250 anni di storia di Veuve Clicquot visti attraverso l’obiettivo contemporaneo di otto fotografi di fama mondiale, che interpretano la Solaire Culture della Maison in 40 scatti che rappresentano un viaggio immersivo intorno al mondo.
 
Google presenta l’evento Making Sense of Color. Questo viaggio immersivo dall’etereo al materiale mette in luce come il colore sia fondamentale per percepire il mondo che ci circonda, ma allo stesso tempo rappresenti un aspetto fondamentale dell’ultimo progetto hardware di Google. L’installazione è stata creata da Ivy Ross, Vice President of Hardware Design di Google, e dal suo team di progettazione, in collaborazione con il laboratorio artistico e di ricerca Chromasonic.
 
Dermophonic è il progetto sperimentale di Matteo Cibic per Starbucks Reserve Roastery Milano che propone un viaggio emozionale intrecciando l’arte e i sapori del caffè presso la Starbucks Reserve Roastery. Un ingegnoso artista del suono, all’interno di un nido insonorizzato e ricamato su misura dall’artista, crea piccoli ritratti sonori mentre gli avventori assaporano la rotondità di una pregiata miscela in esclusiva per la Roastery di Milano.
 
Artemest presenta la seconda edizione de L’Appartamento, una celebrazione della bellezza e dell’unicità dell’artigianato e del design italiano all’interno di una suggestiva dimora milanese di inizio Novecento.
 
Grohe presenta “Salus per Aquam”, una nuova esperienza immersiva in una delle location più rinomate di Milano: Palazzo Reale. Ispirata all’ex giardino del Cortile d’Onore, l’installazione rende omaggio alla storia dell’edificio fondendo natura e architettura per creare un viaggio sensoriale incentrato sul potere rivitalizzante dell’acqua.
 
Materially presenta Materially NOW, un format plurale che pone fisicamente e simbolicamente al centro l’approfondimento di materiali che definiscono il presente e segnano la strada del futuro secondo tre grandi orientamenti: Aim Net Zero, Nature in Lab, Impact by Industry.
 
THE GLITCH CAMP powered by IED – La Milano Design Week più accessibile ai giovani
Un campeggio urbano allestito, grazie alla collaborazione con il Comune di Milano e Milanosport S.p.A., negli spazi del Centro Sportivo “Enrico Cappelli Savorelli” per accogliere gratuitamente la community di studenti e giovani designer da tutto il mondo in arrivo per la Design Week. L’obiettivo è contribuire a rendere più democratico l’accesso al patrimonio creativo e relazionale che ruota attorno al Salone e promuoverne la conoscenza.

Come è facile intuire soltanto dalle anticipazioni l’edizione 2024 del Fuorisalone sembra più ricca e immersiva che mai. Continuate a seguirci! A breve il calendario dei nostri tour esclusivi.

Forse potrebbe interessarti

Tour Fuorisalone 2024

Palazzo Orsini

Interni al Fuorisalone 2024

Tortona Design District 2024

Design District 2024

Design Week 2024

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.